Come rendere il trasloco divertente


La parola “trasloco” associata all’aggettivo “divertente” sembrerebbe essere un ossimoro, eppure esistono dei modi per riuscire a rendere questo momento meno stressante di quel che ci si aspetterebbe. Le nostre case sono strapiene di oggetti, soprattutto se abbiamo una famiglia numerosa: in previsione del cambio casa dunque si può già partire mesi prima con una bella pulizia. Se avremo regalato, o , ancora meglio, venduto tutto ciò che ci risulta superfluo, il fatidico giorno faremo molta fatica in meno! Arrivare organizzati è il segreto per creare un’occasione collaborativa con tutta la famiglia, bambini compresi.

Pianificare gli scatoloni

Per cominciare tutti si possono organizzare facendo una cernita del proprio armadio. Innanzitutto mettere da parte gli abiti e i giocattoli che si vogliono donare alle associazioni che si occupano di famiglie meno abbienti. In secondo step, recuperare le scatole necessarie: solitamente le fornisce la ditta di traslochi, ma se non dovessero bastare, possiamo rivolgerci ai supermercati e chiedere di averne qualcuna in regalo.

L’importante è non riempirle fino all’orlo, perché potrebbero sfondarsi con facilità e rompere tutto il contenuto. Una volta che abbiamo il necessario, possiamo dividerle per stanza e con l’aiuto dei nostri bambini disegnarle in base alla camera di cui fanno parte. Con un set di tempere e degli adesivi possiamo rendere il nostro trasloco creativo e divertente. Se abbiamo figli adolescenti che non amano perdere tempo, possiamo comunque chiedergli di fare i loro scatoloni creando etichette secondo loro gusto.

Raccogliere gli oggetti

Possiamo trasformare il cambio di abitazione in un grande gioco per tutta la famiglia: con un po’ di musica possiamo svagarci e insegnare ai nostri bambini quali oggetti vanno messi insieme. Possiamo anche fare un breve schema in cui illustriamo come fare, dove per esempio i bicchieri non vanno messi insieme alle pentole! Per quanto riguarda gli imballaggi possiamo creare una competizione a squadre e vedere chi imballa più oggetti in un certo lasso di tempo.

Proiettarsi nella nuova casa

Mentre mettiamo via le nostre cose facciamo un disegno delle stanze della nuova casa e chiediamo ai nostri figli di colorare le pareti della loro camera. Anche fargliela arredare su carta potrebbe scatenare interesse e coinvolgerli più volentieri in questa attività. Una volta arrivati nella nuova abitazione saranno felicissimi di montare il loro progetto così come lo avevano immaginato.

Farsi aiutare

Se non vogliamo fare tutto da soli possiamo chiedere aiuto ad amici e parenti in cambio di un buffet a fine giornata o una pizza tutti insieme. Preparate nella nuova casa un angolino in cui lasciare cibarie e bibite per l’aperitivo, sicuramente questo gesto verrà apprezzato e il trasloco sarà molto più veloce del previsto.

Cominciare con le piccole cose

Durante i traslochi molte cose vanno perdute: è un po’ come il paio di calzini in lavatrice, alla fine qualcuno resta sempre spaiato! Per evitare questi inconvenienti possiamo cominciare a portare con la nostra macchina alcuni oggetti di piccole dimensioni, soprattutto quelle a cui teniamo di più. La stessa cosa la possiamo fare con i nostri bambini, per non fargli patire troppo il distacco dal luogo in cui hanno vissuto fino ad ora, fargli tenere dei giocattoli o altre cose a cui tengono durante il viaggio potrebbe risultare moralmente utile.

Ovviamente il trasloco non è solo per famiglie! Se sei single puoi invitare i tuoi amici ed improvvisare una sfilata come nella serie Sex and the City, in cui le 4 protagoniste fanno una sfilata con i vestiti vecchi per decidere quali tenere e quali buttare. In sostanza è sempre l’atteggiamento che teniamo anche nei confronti delle cose più noiose che ci aiuta ad affrontare momenti di stress!

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.