Come effettuare il trasloco di un negozio in un giorno


Cambiare sede per un ufficio o un negozio non significa solo spostare dei mobili da un posto ad un altro. Significa acquisire probabilmente una fetta di clientela in più perché abbiamo scelto un ambiente più confortevole e una zona commercialmente migliore. Potremmo anche aver preferito una location più economica, per questo motivo risparmiare diventa assolutamente un must: la scelta deve vertere su aziende di professionisti, in grado di realizzare il trasporto nel modo più sicuro e veloce possibile.

Il trasloco di un esercizio commerciale e quello di un’abitazione privata sono molto diversi, se nel secondo caso possiamo comunque vivere un periodo di transizione in mezzo agli scatoloni, nella prima circostanza dobbiamo assolutamente sistemare tutto nel più breve tempo possibile. La chiusura dell’attività durante il montaggio e lo smontaggio dei mobili e il caos della merce da rimettere sugli scaffali non dovrebbero durare più di una giornata onde evitare perdite di incassi. Il segreto di ogni trasloco resta la perfetta organizzazione progettata per tempo.

A chi rivolgersi

Trasferire il nostro negozio in un giorno sembra una mission impossible, ma in realtà i professionisti del settore sanno benissimo come agire per riuscire a fare tutto come si deve. Chiedere preventivi dettagliati con tanto di progetto e illustrazione degli step da affrontare è assolutamente consigliato. Un buona ditta vi illustrerà orari, modalità di imballaggio, trasporto e montaggio di tutte le vostre forniture.

Si occuperà inoltre di richiedere al comune in cui si trova il vostro esercizio gli eventuali permessi per l’occupazione del suolo pubblico. Solitamente l’azienda prevede di fare richiesta almeno 3 giorni prima per poter evitare che altre macchine vengano parcheggiate proprio davanti al vostro negozio.

Le aziende inoltre forniscono gli imballaggi necessari per preservare la merce da eventuali danni: alcune dispongono anche di furgoni speciali, imbottiti in modo che gli scossoni del viaggio non scheggino i mobili o rompano le attrezzature. Per riempire gli scatoloni in poco tempo l’azienda si preoccupa di valutare la quantità di merce da spostare e di conseguenza arruola il personale necessario perché tutto sia chiuso nei tempi previsti.

Come organizzarsi

Una volta scelta la ditta di traslochi, è bene munirsi di planimetria del nuovo negozio. Qui sopra, in scala, si può già definire con un disegno in 3d come disporre in maniera precisa il nostro arredamento. Questo permetterà di risparmiare tempo e montare subito i mobili lì dove servono. Le direttive dobbiamo darle noi, dunque dovremo essere consapevoli che per essere immediatamente operativi le prime cose da montare saranno la reception e la postazione cassa.

Possiamo lasciare indietro la sistemazione precisa della merce nel caso dovessimo subire ritardi nello sgombero, ma l’importante è riaprire l’attività senza lasciare scatole in giro. Il disordine potrebbe farci perdere clienti, quindi è meglio pianificare bene l’arredo e piuttosto lasciare gli imballi in magazzino in modo da smaltirli nei tempi morti durante gli orari di chiusura.

Altri dettagli

Se vogliamo possiamo partecipare attivamente al trasloco usando la nostra auto per portare piccoli pezzi. L’importante è avere una chiara idea dell’ordine di ingombro in modo da non trovarci con uno scaffale da montare in un posto pieno di pezzi che non sappiamo dove spostare.
Assolutamente importante fare un’assicurazione: alcune ditte la propongono già tra i loro servizi, ma in caso contrario è consigliato stipularne una privata presso la nostra agenzia di fiducia.

Queste assicurazioni preservano da cadute accidentali che potrebbero compromettere tutto il nostro lavoro (per esempio nel caso del registratore di cassa o di un pc). Per renderle effettive basta stilare una check list di tutti gli oggetti che vogliamo tutelare.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.