Il trasloco internazionale: come si effettua e quanto costa?


Organizzare un trasloco è un’operazione di per sé complicata. La necessità di trasferirsi all’estero aggiunge sicuramente difficoltà e fa aumentare stress e timori. Con una informazione adeguata, e un’organizzazione puntuale, sarà possibile affrontare con serenità anche il tanto temuto trasloco internazionale. L’importante è non improvvisare: credere di poter gestire un trasloco all’estero senza l’aiuto di una ditta specializzata è impossibile. Non è tanto il trasporto effettivo il problema, quanto la necessità di procurarsi i giusti documenti di viaggio, permessi e liste che permettano di non avere intoppi ai controlli doganali.
Il consiglio è quello di prepararsi molti mesi prima, almeno 3, per poter coprire eventuali imprevisti e riuscire a rendere il trasloco meno stressante possibile.

La prima cosa che andrà considerata sarà la modalità di trasporto a cui si dovrà fare riferimento. Ci sono diverse soluzioni che possono essere adottate in base alla distanza dall’Italia e dal volume di mobili e oggetti da spedire.

  • Tir e Furgoni – sono impiegati per traslochi europei, il tempo necessario per il trasferimento della merce va dai due ai quattro giorni. Dovendo stare su strada per parecchio tempo, l’imballaggio dovrà essere molto accurato: in questo caso è meglio affidarsi a polistirolo e pluriball in grosse quantità.
  • Aereo cargo – utilizzato nei casi di traslochi intercontinentali attraverso il carico di container più o meno capienti, in base alla quantità di prodotti da trasportare.
  • Nave – è la formula più lunga ma anche la più economica quando si tratta di fare traversate internazionali. In alcuni casi, in base alle leggi del paese di destinazione, potrebbe essere richiesta una certificazione apposita anche sui materiali usati per l’imballaggio.

Quanto costa?

Il costo di un trasloco internazionale è piuttosto elevato: per cercare di tenere sotto controllo le spese, senza incorrere in spiacevoli sorprese, bisognerà cominciare a organizzarsi con largo anticipo.  Il consiglio è quello di contattare più ditte specializzate in traslochi internazionali per chiedere un preventivo.

Non tutti sanno che alcune società prevedono il groupage ovvero il trasporto di merci appartenenti a utenti differenti verso una stessa destinazione fuori dall’Italia. Questo permette un notevole abbassamento del costo della spedizione perché suddiviso tra più clienti.

Come organizzarsi per un trasloco internazionale

Per affrontare un trasloco internazionale sarà necessario rivolgersi a degli specialisti del settore, soprattutto per lo spostamento di oggetti di grandi dimensioni. Tutte le ditte specializzate e iscritte nel registro dei trasportatori internazionali infatti, oltre a occuparsi personalmente del trasferimento, senza appaltare ad altri facendo lievitare così i costi, si preoccuperanno di:

  • organizzare completamente il trasloco;
  • gestire tutti i piccoli problemi o contrattempi che si possono verificare nel nuovo paese;
  • preparare tutta la documentazione necessaria da presentare alla dogana.

Le migliori società inoltre offrono ai propri clienti la possibilità di sottoscrivere polizze assicurative per coprire il danno accidentale della merce trasportata. In qualunque caso, l’assicurazione si rende necessaria, poiché un eventuale furto o danneggiamento non è imputabile solo al trasportatore. Lo staff che si occupa del trasloco infatti deve interfacciarsi con personale diverso e non sempre può tenere tutto sotto controllo. Per evitare spiacevoli incidenti, assicurarsi è sempre la scelta migliore.

Per quando riguarda lo spostamento di oggetti di dimensioni ridotte sarà possibile fare affidamento ai corrieri tradizionali, o, se si preferisce, potranno essere trasportati sulla propria autovettura.

Prima d’intraprendere un lungo viaggio con il bagagliaio carico degli oggetti a voi più cari, non dimenticate di verificare quali siano i costi, e le eventuali restrizioni legate all’immissione di beni del paese in cui vi state trasferendo. In alcuni casi infatti potrebbe non essere permessa l’introduzione di alcuni particolari articoli, in altri, potrebbero chiedere il pagamento di tasse molto salate! Prendendosi il giusto tempo, non ci saranno sorprese inaspettate, e si potrà partire alla volta della nuova vita in tutta tranquillità.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.