Le pratiche e documentazioni necessarie per il trasloco di casa


Lo stress da trasloco non riguarda solamente la preparazione degli scatoloni e il pianificare al meglio ogni dettaglio, al fine non si dimentichi nulla o per far coincidere tutte le tempistiche richieste. Il trasloco è anche fatto di pratiche e documentazioni: la burocrazia non lascia spazio alle dimenticanze e basta saltare un piccolo tassello, che ci si ritrova ad allungare delle tempistiche, già lunghe di loro.

Documenti e pratiche devono essere pensate in anticipo e devono seguire degli iter, che in certi casi, vanno per mano.

Tutti i documenti e le pratiche per effettuare il trasloco

Proviamo a riepilogare quelle che sono le azioni da dover effettuare prima e dopo il trasloco, che riguardano il piano burocratico. Ogni passaggio va effettuato per tempo ed al meglio. In questo caso non è la dimenticanza di uno scatolone, che si può fare anche all’ultimo minuto, ma di documentazioni che devono essere preparate e presentate al prima possibile.

Documenti relativi alle utenze domestiche

Uno degli stress più importanti, durante un trasloco è portato dalle utenze domestiche e le documentazioni relative (oltre che un esborso di denaro cospicuo). Primo step da eseguire è effettuare la lettura dei contatori prima di trasferirsi definitivamente nella nuova casa.

  • Utenza Gas: le modalità e documentazioni variano da Regione a Regione. In linea generale è necessario richiedere l’allacciamento alla rete e stipulare un contratto con l’azienda fornitrice presentando copia dell’ultima bolletta relativa alla casa che si è lasciato, dichiarazione di conformità dell’impianto di riscaldamento di norma rilasciata dal tecnico installatore. Se invece, si richiede il subentro si dovrà rilasciare copia di una bolletta recente e la disdetta dell’utilizzatore precedente.
  • Utenza Acqua: idem come sopra, varia tutto da Regione a Regione. Per la disdetta è necessaria una raccomandata con tutti i dati ed il nuovo indirizzo per l’invio della fattura di chiusura (e conguaglio). Se è un nuvo allacciamento, basterà contattare telefonicamente la ditta erogatrice e stipulare un nuovo contratto. Se si tratta di un condominio, non sarà necessaria alcuna azione, in quanto è lo stesso ad occuparsene ed avere il contratto.
  • Utenza Luce: quindici giorni prima è necessario effettuare la disdetta. Per il subentro, basterà contattare l’azienda erogatrice, avendo a disposizione una bolletta recente e la disdetta effettuata dal precedete utilizzatore. Un controllo deve essere effettuato sui pagamenti delle bollette, altrimenti verranno addebitate a voi, in automatico.
  • Internet: in questo caso specifico è utile, per tempo, contattare la ditta erogatrice del servizio, per verificare come effettuare lo spostamento e se nella casa nuova sarà necessario l’intervento di un loro tecnico, per effettuare i lavori di attivazione della linea.
  • Tassa dei rifiuti: effettuare la disdetta presso il comune di residenza della vecchia casa, effettuando un passaggio se la nuova si trova nello stesso paese.
  • Residenza: effettuare il corretto cambio di residenza presso il Comune della nuova abitazione, senza dimenticare di richiedere il nuovo indirizzo da apporre anche sulla Carta di Identità e Patente.
Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.