Scala per traslochi: conviene affittarla o affidarsi ad una ditta?


Molti sono coloro che nell’imminenza di un trasloco si domandano se è più conveniente affidarsi ad una ditta specializzata, o cercare di portare a termine in “maniera autonoma” il trasferimento delle proprie masserizie. In tale contesto molte sono le discriminanti da prendere in considerazione come ad esempio: l’ubicazione degli appartamenti, il possesso di un automezzo capace di operare il trasferimento degli oggetti ingombranti, e la possibilità di reperire manodopera in loco. Una delle cose da considerare è senza dubbio la strumentazione che possa agevolare il trasloco, tra queste determinante è l’elevatore esterno, meglio conosciuto come “scala per trasloco“.

Cos’è e a cosa serve la scala per traslochi

L’elevatore o “scala per trasloco” non è altro che un apparecchiatura, che posizionata sulla facciata dell’edificio permette il caricamento dei mobili sulla piattaforma di cui è dotata, grazie poi ad un motorino elettrico essi vengono portati al livello della strada (o nel caso contrario sul balcone).

L’utilizzo della “scala per traslochi” facilita, e non di poco, un trasloco. Essa infatti permette di evitare l’utilizzo delle scale, cosa che non solo è la più dispendiosa a livello temporale, ma diventa anche abbastanza faticosa a livello fisico. Nel presente quasi tutte le ditte di trasloco possiedono una “scala per traslochi”, ove voluto essa può essere noleggiata per uno o più giorni.

Le diverse opzioni per utilizzare una scala per trasloco

Di solito le ditte specializzate portano con se oltre la manodopera necessaria anche la scala, in caso però si scelga di operare il trasferimento in maniera autonoma si potrebbe avere l’opzione del noleggio dell’attrezzatura. Nella scelta una discriminante importante è dettata dal riuscire a quantificare per quanto tempo la scala serva veramente. Di solito infatti essa è noleggiata con un costo orario, cosa questa che fa lievitare sensibilmente il prezzo nel caso di utilizzo di durata temporale medio – lunga.

Da tenere in considerazione anche che la scala viene noleggiata con il supporto solamente del tecnico che la posiziona in maniera perfetta e che successivamente la manovra, cosa questa importante soprattutto nel valutare la “forza lavoro” necessaria per operare materialmente lo spostamento dei mobili e dei suppellettili che si intende movimentare.

Conviene noleggiarla?

Le stime anche sui giornali specializzati lasciano intendere che la clientela ha una convenienza economica nel noleggio in caso di trasferimenti limitati ai suppellettili personali. E’ questo il caso di trasloco da case arredate, perciò senza la necessita di spostare i mobili, in tale contesto si farebbe bene a prendere in considerazione l’ipotesi del noleggio.

Discorso diverso in caso di trasloco integrale (mobili, elettrodomestici, e suppellettili personali), in questo caso di trasferimento sarebbe preferibile affidarsi ad una ditta specializzata, con quest’ultima si concorderà il prezzo finale, prezzo che sarà indipendente dal noleggio delle attrezzature, essendo a quel punto un onere che deve sopportare la ditta di trasloco.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.